SMART METRO: ARRIVA L’ADESIONE DELL’UNIONE VALLE DEL TEVERE – SORATTE

Per la prima volta una Unione di comuni partecipa al programma

Il 14 aprile, con una delibera di giunta, l’Unione Valle del Tevere – Soratte ha siglato un accordo di adesione al progetto Smart Metro. Si tratta della prima Unione di comuni che entra a far parte del programma.

L’Unione è composta dai comuni di Civitella San Paolo, Filacciano, Nazzano, Sant’Oreste e Torrita Tiberina. È stata costituita nel 2002 e comprende un’area di 8800 abitanti circa, è quindi un’unione media (con popolazione complessiva compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti) di piccoli comuni (ciascuno sotto i 5.000 abitanti).

L’unione di comuni è un tipo di aggregazione che permette ai comuni che ne fanno parte una gestione associata dei servizi, la partecipazione collettiva a bandi e la possibilità di essere capofila di progetti territoriali. Tra le competenze affidate ci sono: nettezza urbana, polizia municipale, disciplina delle attività produttive e commerciali, formazione, trasporto urbano, promozione turistica e attività culturali, servizi sociali, sistemi di riscossione dei tributi, gestione delle reti e dei servizi informatici.

L’accordo prevede la realizzazione del sito internet istituzionale dell’Unione e la gestione degli applicativi di posta elettronica ordinaria e certificata, e rappresenta l’ultimo tassello di un percorso di informatizzazione che in quel territorio ha preso avvio all’inizio degli anni Duemila. I servizi non comporteranno alcun onere finanziario per il bilancio dell’Unione dei comuni.

Il progetto Smart Metro è gestito da Capitale Lavoro su incarico del SIRIT, Sistema informatico della Città metropolitana di Roma Capitale, e offre una vasta gamma di servizi ai comuni, gran parte dei quali a titolo gratuito con assistenza anche sistemistica e manutenzione evolutiva, per migliorare la comunicazione digitale tra enti locali e cittadini, allo scopo di ridurre il digital divide e favorire la transizione digitale.