CAPITALE LAVORO INCONTRA NAZZANO ROMANO E TORRITA TIBERINA

On-line il nuovo sito web di Torrita realizzato nell’ambito del progetto “Cittadino metropolitano”

 

 

Incrementare il processo di innovazione tecnologica e supportare i Comuni nelle attività legate alla Transizione Digitale. Questi i temi al centro degli incontri dei giorni scorsi tra il dirigente dell’Area Innovazione di Capitale Lavoro, Maurizio Apicella, e gli amministratori dei Comuni di Torrita Tiberina e Nazzano Romano. L’innovazione tecnologica promossa da Città Metropolitana di Roma Capitale tra i Comuni del territorio si espande, quindi, anche nell’ area nord della provincia romana.

Occasione dell’incontro la pubblicazione del nuovo sito istituzionale di Torrita Tiberina, da pochi giorni on-line, sviluppato nell’ambito e secondo le linee guida di “Cittadino metropolitano”, previsto dal progetto Smart Metro di Città Metropolitana.

Il piano prevede – in un sistema di common free market – la condivisione di una piattaforma web – creata e fornita da Capitale Lavoro, società in house di Città metropolitana di Roma, con un template unico per tutti e un’infrastruttura sempre aggiornata– insieme a un servizio di formazione tecnica e supporto per gli operatori comunali, fornito in modalità di help-desk. Il tutto senza alcun onere per i comuni aderenti.

Anche il Comune di Nazzano ha scelto di aggiornare il sito con lo stesso modello, inserendo peraltro temi e idee per la promozione del territorio, come il canale tematico sul Museo del Tevere.

Sul tavolo anche gli altri obiettivi che i Comuni intendono realizzare nel breve periodo: lo sviluppo integrale della piattaforma Pago PA, per digitalizzare i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione, e un’ipotesi di progetti in project financing per una nuova illuminazione pubblica, che favorisca l’uso di lampadine LED, o che sappia modulare il flusso luminoso in maniera più efficiente, pure in base al traffico veicolare o alla presenza di pedoni. Il fine di Città metropolitana, anche tramite le attività di Capitale Lavoro, è dunque consentire ai piccoli comuni l’accesso agli strumenti delle Smart Cities, ovvero di quelle realtà dove reti e servizi tradizionali sono resi più efficienti grazie all’uso di tecnologie digitali e di telecomunicazione, il tutto a beneficio dei cittadini e delle imprese locali.

“Con gli incontri di Nazzano Romano e Torrita Tiberina abbiamo compiuto un altro passo verso quel processo di digitalizzazione già avviato da tempo con gli enti locali del territorio”, sottolinea Ulderico Granata, Amministratore Unico di Capitale Lavoro SpA. “Grazie al progetto Smart Metro, promosso da Città metropolitana e al quale partecipiamo fornendo il supporto dei nostri informatici, sono sempre di più i comuni convinti che la transizione digitale e la semplificazione amministrativa – sviluppata in termini di federazione cooperativa pubblica – siano la via da percorrere per garantire ai cittadini servizi innovativi, e ai comuni metropolitani il massimo del risparmio sui bilanci diretti”.